home
design e cultura quotidiana

Disegnare una nazione. Il governo olandese

Ci siamo spesso occupati del progetto dell'immagine delle città. Di ancora maggior complessità è, senza dubbio, stabilire una forma grafica per un'intera nazione o, per meglio dire, per il suo governo. Non sono molti, fra l'altro, gli esempi. Ricordiamo il progetto per il governo federale tedesco (MetaDesign, 1996) e quello, nato sfortunato, spagnolo (Margen Multimedia, 2007).
Il nuovo progetto di immagine coordinata del governo olandese realizzato, ed appena entrato nella fase applicativa, dallo studio Dumbar che qui presentiamo possiede tutti gli elementi per essere assunto a caso esemplare,

Il concorso
Alla fine del 2007 viene indetto dal governo olandese un concorso a chiamata fra alcuni dei maggiori studi grafici del paese per il progetto di una nuova immagine coordinata cui riferire tutta la complessa comunicazione che fa capo allo stesso governo e a tutti i ministeri.
Il concorso, a gennaio, viene vinto dal progetto presentato dallo Studio Dumbar. Gli altri progetti, presentati dagli studi Eden, Thonik, Koeweiden Postma e Total Identity, sono stati pubblicati sul numero di luglio di Etapes.

Il progetto Dumbar è basato sulla stilizzazione grafica della complessa arme imperiale olandese — uno scudo in campo azzurro seminato di plinti d'oro, caricato di un leone dorato impugnante una spada di destra e sette frecce nella sinistra; lo scudo è sormontato dalla corona regale olandese ed è sostenuto da due leoni come tenenti — con il cartiglio che perde il motto Je maintiendrai per divenire pura sottolineatura visiva. Il simbolo così sintetizzato è impaginato alla base di un allungato rettangolo verticale blu che rappresenta, con la sua eccentricità, l'elemento caratterizzante della costituenda immagine coordinata.

Potevano mancare le polemiche? No, non potevano. Ed infatti già pochi giorni dopo la proclamazione del progetto il Primo ministro si è presentato in Parlamento per rispondere alle critiche di chi denunciava un eccessivo costo del nuovo simbolo: 10.000 euro di rimborso agli studi partecipanti e 60.000 al vincitore.

Più di merito l'obiezione avanzata dall'Alto Consiglio della Nobiltà (Hoge Raad van Adel), sovrintendente all'ortodossia araldica, che ha ravvisato tendenze repubblicane nell'eliminazione dei plinti d'oro e della corona del leone nello scudo e, soprattutto, nell'evirazione della mascolinità dei leoni causata dalla schematizzazione grafica. È stato perciò chiesto ai progettisti di intervenire sulla versione originale (pubblicata sul quotidiano de Volksrant) per includere le modifiche richieste dall'alta corte.

L'applicazione
Era intenzione del Governo olandese riuscire ad eliminare, con il nuovo progetto, la selva di oltre 200 loghi, simboli e marchi utilizzati dai vari ministeri, dipartimenti e servizi delle istituzioni statali, al fine di ottenere una unica interfaccia visiva nei confronti del cittadino. Maggiore visibilità dell'azione di governo, dunque, e la comunicazione che l'insieme dei servizi ai cittadini è gestito da un team coeso di enti piuttosto che da uffici diversi e in competizione tra di loro.

La nuova immagine, non a caso denominata Progetto 1 Logo, persegue questo obiettivo attraverso una griglia di impaginazione che prevede la centralità del rettangolo grafico rispetto allo spazio d'applicazione e la composizione rigidamente standardizzata delle denominazioni dei diversi uffici e servizi. Una palette cromatica dal blu al celeste completa gli elementi di declinazione dell'immagine.

Pochi giorni fa è stata rilasciata anche l'intera famiglia di caratteri tipografici Rijksoverheid Serif e Sans, appositamente disegnata da Peter Verheul a partire dall'originale carattere Versa.

Con la presentazione al pubblico da parte del Primo Ministro lo scorso luglio, il Progetto 1 Logo è ora l'immagine ufficiale del governo olandese.
È chiaro a tutti che nell'applicazione di una così vasta applicazione di immagine coordinata, che prevede dalla sostituzione dei front office alle carte intestate, dalle pubblicazioni alle insegne ufficiali di tutta la macchina statale, uno degli aspetti più importanti e delicati è costituito dalla governance del processo. Un apposito organismo, formato da esperti di comunicazioni e rappresentanti delle istituzioni, è stato pertanto istituito allo scopo di guidare il passaggio, nei prossimi tre anni e a mano a mano che saranno esaurite le scorte dei vecchi materiali, di tutti gli uffici alla nuova immagine.

La previsione del governo olandese è di riuscire a risparmiare, con la nuova immagine a regime nel 2011, 5 milioni di euro all'anno.

 

 


Inserito da gianni sinni | 24.11.08 | (0) | Pubblica Utilità | stampa |




 
apri

 

apri

 

apri

 

apri

 

apri

 

apri

 

apri

 

apri

 

apri

 

apri

 

SocialDesignZine
periodico online
autorizzazione del Trib. di Milano
n. 366 del 11/06/08
anno VI


Aiap

associazione italiana progettazione per la comunicazione visiva

Ultimi commenti


Cerca



Archivi


Notifica



 
Per Cancellarti clicca qui.


Libri consigliati

Andrea Rauch, Gianni Sinni, SocialDesignZine vol. UNO Andrea Rauch, Gianni Sinni, SocialDesignZine vol. DUE Il mondo come design e rappresentazione Ellen Lupton, Graphic Design The New Basics Steven Heller, Mirko Ilic, Design Anatomy Albe Steiner, Il mestiere di grafico Italic 2.0 Michael Bierut, Seventy nine short essays on design Progetto grafico Alba. Nuovi manifesti italiani Spaghetti grafica. Contemporary Italian Graphic Design Disegnare le città