home
design e cultura quotidiana

The Typographer's guide to the Galaxy

Testo di Cinzia Ferrara e videointervista a cura di Gianni Sinni

Oded Ezer, a dispetto della sua giovane età è riuscito a conquistarsi in tempi molto rapidi, un posto di assoluto rilievo nel panorama internazionale del type design. Lui che della sua doppia natura, guascone visionario e serio professionista al servizio della tipografia, ne ha fatto non solo la propria cifra stilistica, ma anche il tratto che contraddistingue i suoi progetti e le sue tante sperimentazioni, alimentando continuamente l’ambigua sovrapposizione dei due aspetti contrastanti, anziché smorzare i toni.

Uno dei suoi principali meriti è quello di avere con coraggio, a cavallo del suo scalpitante destriero, violato l’inespugnabile castello di carta, circondato da un profondo fossato pieno di colloidale inchiostro, in cui la Tipografia, aristocratica e pudica donzella vi era tenuta prigioniera. Lui, che ne è profondamente innamorato, le ha ridato leggerezza e incoscienza che troppo spesso le mancano, trasportandola in un mondo a tre dimensioni, popolato da progetti che oltrepassano di sovente i confini della grafica per raggiungere l’arte o la tipo-arte, come lui stesso la definisce.

Incredibile visionario, affida non solo alla matita e al mouse ma anche alle forbici, al tagliabalse, alle tenaglie il compito di costruire le sue lettere indisciplinate e ribelli, fatte dei materiali più disparati, che sognano molto di più che occupare silenziosamente e in maniera ordinata i righi di una pagina. Può essere suggestivo leggere la descrizione del suo lavoro, ma molto di più lo è poterlo osservare attraverso le immagini, come le tante che riempiono le pagine della monografia da poco pubblicata dalla casa editrice tedesca Gestalten.

Il libro The Typographer‘s Guide to the Galaxy è un viaggio nel suo mondo fantastico, in cui i tanti progetti dai nomi suggestivi sono raccontati iconograficamente e suddivisi in tre sezioni, Font, Graphic Works e Experimental Works.

Ci si può imbattere così in Biotypography, lettere dalle fattezze animali, o in quelle embrionali del progetto Typosperma, o ancora nelle Lettere Torturate, in quelle di silicone adoperate per la Chirurgia Typoplastica e nei ritrovamenti archeologici delle lettere di Typo Mythologies. Ma si possono scoprire anche altri suoi progetti come i marchi disegnati per aziende e istituzioni o le serie di font tipografiche, così come le fotografie, gli allestimenti delle mostre, gli schizzi e le illustrazioni. Nel libro, dopo un’introduzione a cura di Paola Antonelli e Marian Bantjes si susseguono i testi di Yehuda Hofshi, Kitti Bolhöfer, e il mio che cercano di restituire, del lavoro di Oded Ezer, una lettura critica riportata da differenti punti di vista.

Oded Ezer, The Typographer‘s Guide to the Galaxy, Gestalten, Berlino, 2009, € 39,90


Inserito da gianni sinni | 11.05.09 | (1) | A stampa | stampa |




commenti:

  Thanks for the article and the interview; and warm congratulations for your book, Ezer. I actually didn't know you worked on Sys with Fabrizio, that is terrific, too. I remember reading about your experiments on PingMag (http://tr.im/l2wG) and enjoying your 'Typosperma preview' over Flickr—where you also mentioned your book to be published by Gestalten.
Keep up the good work,
[as]

Alessandro il 11 mag 09 alle 17:50

invia un commento
 
apri

 

SocialDesignZine
periodico online
autorizzazione del Trib. di Milano
n. 366 del 11/06/08
anno VI


Aiap

associazione italiana progettazione per la comunicazione visiva

Ultimi commenti


Cerca



Archivi


Notifica



 
Per Cancellarti clicca qui.


Libri consigliati

Andrea Rauch, Gianni Sinni, SocialDesignZine vol. UNO Andrea Rauch, Gianni Sinni, SocialDesignZine vol. DUE Il mondo come design e rappresentazione Ellen Lupton, Graphic Design The New Basics Steven Heller, Mirko Ilic, Design Anatomy Albe Steiner, Il mestiere di grafico Italic 2.0 Michael Bierut, Seventy nine short essays on design Progetto grafico Alba. Nuovi manifesti italiani Spaghetti grafica. Contemporary Italian Graphic Design Disegnare le città