home
design e cultura quotidiana

Holi, Festival di colori

I ragazzi nella foto non sono gli appartenenti a una delle tante tribù del calcio, ormai avvezzi a dipingersi la faccia con i colori nazionali o societari, né i bambini di una scuola materna alle prese con i finger colors. Si sono dipinti per celebrare Holi, una delle feste più popolari e attese dell’induismo indiano.
Il festival dei colori di Holi è il passaggio obbligato verso l’estate, si festeggia il primo plenilunio di marzo e tutti si dipingono l’un l’altro la faccia di colori sgargianti che si vendono ovunque, per la strada. Nelle case c’è un bel viavai di feste e le bevande scorrono, immaginiamo, con allegra abbondanza.

I colori si immagina abbiano virtù terapeutiche e apotropaiche. Si pensa infatti che i pigmenti ‘medicamentosi’, di cui si dice siano composti, possano preservare dalle malattie che il clima caldo e umido contribuisce a diffondere.

Il Festival dei colori di Holi, racconta una delle tante leggende indiane, si celebra in ricordo di Prahlad, figlio del re dei demoni Hiranyakashipu, che era devoto a Vishnu e che fu messo a morte, per questo, dal padre cudele. Ma, come in ogni agiografia che si rispetti, gli elefanti non riuscirono a squartarlo, i serpenti velenosi non lo morsero, le fiamme non lo bruciarono.

Holi è, aldilà della leggenda, una festa ‘di passaggio’, una gioiosa saga della primavera, e in questo non è diversa dalle tante che, in tutto il mondo, celebrano il ritorno alla luce dopo le ombre dell’inverno.

Inserito da ra.des | 06.03.07 | (1) | Grafica popolare | stampa |




commenti:

  Bella 'sta cosa dei bambini pittati a festa. Ma in quale scuola la fanno? Voglio mandarci mia figlia, tra qualche anno.

PS: via al mailbombing contro VascoBlog! È un servizio che probabilmente lo interesserà.

taiabati il 06 mar 07 alle 11:29

invia un commento
 
apri

 

apri

 

apri

 

SocialDesignZine
periodico online
autorizzazione del Trib. di Milano
n. 366 del 11/06/08
anno VI


Aiap

associazione italiana progettazione per la comunicazione visiva

Ultimi commenti


Cerca



Archivi


Notifica



 
Per Cancellarti clicca qui.


Libri consigliati

Andrea Rauch, Gianni Sinni, SocialDesignZine vol. UNO Andrea Rauch, Gianni Sinni, SocialDesignZine vol. DUE Il mondo come design e rappresentazione Ellen Lupton, Graphic Design The New Basics Steven Heller, Mirko Ilic, Design Anatomy Albe Steiner, Il mestiere di grafico Italic 2.0 Michael Bierut, Seventy nine short essays on design Progetto grafico Alba. Nuovi manifesti italiani Spaghetti grafica. Contemporary Italian Graphic Design Disegnare le città