home
design e cultura quotidiana

La Civiltà del Lavoro

Roma, 1938-43

apri apri apri apri

UN POPOLO DI POETI DI ARTISTI DI EROI
DI SANTI DI PENSATORI DI SCIENZIATI
DI NAVIGATORI DI TRASMIGRATORI

E naturalmente, in questo catalogo delle virtù italiche, ognuno potrà aggiungere altre benemerenze.

Il Palazzo della Civiltà del Lavoro, monumento a cavallo tra la retorica fascista e il razionalismo degli anni trenta fu progettato dagli architetti Giovanni Guerrini, Ernesto Bruno La Padula e Mario Romano e costruito tra il 1938 e il 1943 (fu inaugurato il 30 novembre 1940 nonostante i lavori fossero ancora in corso).
La composizione in carattere rinascimentale maiuscolo, seguendo l'estetica tipografica fascista, è forzatamente giustificata con ampi spazi fra le parole e sterlineata per enfatizzare l'effetto a blocchetto del testo. La lettera U è sostituita, come di solito in quel periodo, con la lettera V a simboleggiare il richiamo, anche ortografico, all'Impero Romano.

La grande iscrizione non è stata rimossa come è successo con tutti i motti fascisti dipinti in giro per l’Italia. Forse perché il testo sembrò passabilmente neutro, o forse perché, scolpito in travertino sui quattro lati, rimuoverlo sarebbe costato una fatica (e un prezzo) immane.


Bibliografia
Phil Baines, Catherine Dixon, Signs: Lettering in the Environment, Collins Design, 2003.

Indirizzo: Roma, Eur, Piazza della Civiltà del lavoro
Questa scheda è nelle categorie
fascistissime \ iscrizione \

Apri il Typo Tour in GoogleEarth
Apri il Sign Tour in GoogleEarth
Vuoi partecipare alla realizzazione del Typo Tour?
Proponi un luogo

Inserito da il 01.07.07 | (0)


Condividi:        



 

Il Grand Tour della tipografia italiana





SocialDesignZine
periodico online
autorizzazione del Trib. di Milano
n. 366 del 11/06/08
anno VI


Aiap

associazione italiana progettazione per la comunicazione visiva

Ultimi commenti


Cerca



Archivi


Notifica



 
Per Cancellarti clicca qui.


Libri consigliati

Andrea Rauch, Gianni Sinni, SocialDesignZine vol. UNO Andrea Rauch, Gianni Sinni, SocialDesignZine vol. DUE Il mondo come design e rappresentazione Ellen Lupton, Graphic Design The New Basics Steven Heller, Mirko Ilic, Design Anatomy Albe Steiner, Il mestiere di grafico Italic 2.0 Michael Bierut, Seventy nine short essays on design Progetto grafico Alba. Nuovi manifesti italiani Spaghetti grafica. Contemporary Italian Graphic Design Disegnare le città