home
design e cultura quotidiana

Giordano Bruno

Roma, Campo dei Fiori, 1889

apri apri apri apri

Il monumento a Giordano Bruno (1548-1600), filosofo arso ivo dall’Inquisizione, fu inaugurato il 9 giugno 1889, suscitando polemiche e clamori, retorica e proteste. Il papa, con scarso tatto, se ne dichiarò offeso. Nel 1929, siglati i Patti Lateranensi, la chiesa auspicò una sua rimozione, ma Mussolini, dietro consiglio di Giovanni Gentile, in un sussulto di orgoglio laico, lo impedì. Il monumento divenne meta di pellegrinaggio nel 2000, a 400 anni dal rogo, avvenuto il 17 febbraio 1600: insolita testimonianza di pietà laica, la statua apparve in quei giorni ricoperta di fiori, ninnoli, dediche, poesie, motti, lasciati per lo più da giovani e studenti.
Alla domanda  maliziosa di uno studioso su chi rappresentasse quella statua, una «bella giunonica ortolana» dal suo banco a piè del monumento di Campo de’ Fiori, rispose:  «Come! chi fusse?… Fusse un frate liberale… e qua l’arrogarono». Cambiano gli aggettivi: oggi forse avrebbe detto «un frate laicista» o «relativista».

Il ritratto di Bruno fuso da Ettore Ferrari è immaginario: uno autentico non si conosce. L’iconografia bruniana oscillò per tutto l’Ottocento tra un efebo napoletano riccioluto, un titano ribelle (spesso raffigurato in atto di puntare l’indice verso i suoi giudici, pronunziando con la celebre frase «Forse voi pronunziate questa sentenza con più timore di quanto non abbia io che la ricevo»), un anonimo santino laico, o un pacioso e maturo uomo barbuto come nel ritratto conservato a Helmstädt in Germania, che gli si attribuisce tradizionalmente, ma senza nessuna base storica.

Il Ferrari scelse il volto dai tratti decisi di un filosofo meditabondo. La storia del monumento, vero concentrato dell’ideologia postunitaria è ottimamente raccontata, con dovizia di immagini, da due autori svedesi: L. Berggren-L. Sjöstedt, L’ombra dei grandi. Monumenti e politica monumentale a Roma (1870-1895), Roma 1996. Sull’iconografia di Bruno, nelle stampe e nella statuaria, si veda E. Canone, Introduzione a Giordano Bruno 1548-1600, Firenze 2000.

Indirizzo: Campo de' fiori
Questa scheda è nella categoria
lapide \

Apri il Typo Tour in GoogleEarth
Apri il Sign Tour in GoogleEarth
Vuoi partecipare alla realizzazione del Typo Tour?
Proponi un luogo

Inserito da il 02.07.07 | (0)


Condividi:        



 

Il Grand Tour della tipografia italiana





SocialDesignZine
periodico online
autorizzazione del Trib. di Milano
n. 366 del 11/06/08
anno VI


Aiap

associazione italiana progettazione per la comunicazione visiva

Ultimi commenti


Cerca



Archivi


Notifica



 
Per Cancellarti clicca qui.


Libri consigliati

Andrea Rauch, Gianni Sinni, SocialDesignZine vol. UNO Andrea Rauch, Gianni Sinni, SocialDesignZine vol. DUE Il mondo come design e rappresentazione Ellen Lupton, Graphic Design The New Basics Steven Heller, Mirko Ilic, Design Anatomy Albe Steiner, Il mestiere di grafico Italic 2.0 Michael Bierut, Seventy nine short essays on design Progetto grafico Alba. Nuovi manifesti italiani Spaghetti grafica. Contemporary Italian Graphic Design Disegnare le città