home
design e cultura quotidiana

Le origini del Borotalco

Firenze, Via Tornabuoni

apri apri apri apri apri apri apri apri apri

Tra i negozi più belli della Firenze anglo-becera, la Farmacia Profumeria Inglese, fondata nel 1843 dal farmacista Henry Roberts, il famoso inventore del Borotalco (figg. 5-6), conserva ancor oggi il suo fascino inalterato. L'insegna in pietra (in italiano e inglese), le iscrizioni in oro delle vetrine, gli arredi in mogano, le lampade in ferro battuto e alabastro, sono ancora lì a testimoniare il gusto e la raffinatezza di un'epoca.

Solo che all'interno non si vendono più acqua di rose, talco e liquori pregiati. Da pochi anni il locale è stato alienato, la profumeria si è trasferita in locali più modesti in piazza dell'Olio, e gli scaffali della sede storica del dott. Roberts ospitano le scarpe e le pelletterie Hogan (figg. 7-8).
È stato comunque il destino (inevitabile?) di Via Tornabuoni che ha visto a poco a poco sparire tutti i suoi esercizi tradizionali, da Doney a Giacosa alla Libreria Seeber, sostituiti dalle griffe rampanti del made in Italy.

Resta solo, dall'altro lato della strada, Procacci (fig. 9), ma anche qui la mano è passata ad altri e il locale continua a vendere i panini tartufati, quelli con il consommè, il succo di pomodoro fatto in casa, ma senza più le ricette originali e, ci duole dirlo, senza gli stessi fascino e sapore.

Questa scheda è nelle categorie
farmacie \ insegna \

Apri il Typo Tour in GoogleEarth
Apri il Sign Tour in GoogleEarth
Vuoi partecipare alla realizzazione del Typo Tour?
Proponi un luogo

Inserito da il 01.08.07 | (0)


Condividi:        



 

Il Grand Tour della tipografia italiana





SocialDesignZine
periodico online
autorizzazione del Trib. di Milano
n. 366 del 11/06/08
anno VI


Aiap

associazione italiana progettazione per la comunicazione visiva

Ultimi commenti


Cerca



Archivi


Notifica



 
Per Cancellarti clicca qui.


Libri consigliati

Andrea Rauch, Gianni Sinni, SocialDesignZine vol. UNO Andrea Rauch, Gianni Sinni, SocialDesignZine vol. DUE Il mondo come design e rappresentazione Ellen Lupton, Graphic Design The New Basics Steven Heller, Mirko Ilic, Design Anatomy Albe Steiner, Il mestiere di grafico Italic 2.0 Michael Bierut, Seventy nine short essays on design Progetto grafico Alba. Nuovi manifesti italiani Spaghetti grafica. Contemporary Italian Graphic Design Disegnare le città